Stress e invecchiamento: due fattori correlati tra loro

stress invecchiamento

Stress e invecchiamento sono possibili fattori correlati tra loro. Lo stress è difficile da definire perché è una sensazione personale associata a vari sintomi che differiscono per ciascuno di noi. Inoltre, lo stress non è sempre sinonimo di angoscia. Situazioni come una ripida corsa sulle montagne russe che causano paura e ansia per alcuni possono rivelarsi estremamente piacevoli per altri una vera e propria angoscia. Vincere una gara o 3 numeri al lotto può essere più stressante che perdere, ma questo è un buono stress.

Quando il livello di pressione diventa troppo alto, lo stress alla fine supera la nostra capacità di affrontarlo in modo positivo. Spesso le persone si descrivono come stressate, esaurite o prive di intelligenza. A questo punto, è importante trovare modi positivi e produttivi per affrontare lo stress e, cosa più importante, per affrontare la persona o la situazione che lo causa.

Potresti probabilmente sentire un mal di stomaco in arrivo o provare diarrea quando sei stressato. Tendi anche a sentire morsi della fame che derivano da un aumento di peso. Lo stress ti rende anche suscettibile a malattie come raffreddori e altre infezioni oltre a problemi di pelle, disturbi del sonno, ansia, depressione e perdita del desiderio sessuale.

Lo stress accelera anche l’invecchiamento. Secondo uno studio condotto dai medici dell’Università della California di San Francisco, le donne cronicamente stressate hanno mostrato cambiamenti cromosomici caratteristici dell’aumento dell’invecchiamento.

Hanno scoperto che i telomeri (che si trovano alle estremità dei cromosomi) di queste donne tendono ad essere più corti delle donne meno stressate. I telomeri si assottigliano con l’avanzare dell’età. Quindi la lunghezza dei telomeri è un’indicazione dell’invecchiamento. Quando i telomeri non possono essere più corti, muoiono, il che è evidente nelle rughe della pelle, insufficienza d’organo, ecc.

Abbassare i livelli di stress per gestire al meglio il tuo invecchiamento

Sarebbe opportuno abbassare il livello di stress nella tua vita. Puoi farlo prendendoti cura del tuo corpo e conducendo uno stile di vita sano. Avere una dieta equilibrata, dormire bene e fare esercizio fisico regolare. Rilassati e cerca di essere ottimista ogni giorno. Creati un hobby che ti aiuterà a distogliere la mente da cose come leggere, lavorare a maglia, collezionare francobolli, praticare sport o fare giardinaggio.

Unisciti a un club, oppure ad un’organizzazione, dove puoi incontrare altre persone con le stesse tue passioni. Prova a unirti ad associazioni dello spettacolo, segui lezioni di ballo e laboratori di recitazione, aiuta nelle organizzazioni di beneficenza locali o nella raccolta di fondi. Chissà che potresti persino scoprire i tuoi talenti nascosti?

Per gestire lo stress, devi prima imparare a riconoscerlo in te stesso. Lo stress colpisce la mente, il corpo e il comportamento in molti modi. Questi cambiamenti sono tutti direttamente collegati ai cambiamenti fisiologici della risposta di lotta o fuga. I segni e i sintomi specifici dello stress variano ampiamente da persona a persona e possono portare ad un invecchiamento precoce.

Alcune persone sperimentano principalmente sintomi fisici, come lombalgia, problemi di stomaco e epidemie cutanee. In altri, il modello di stress è incentrato sui sintomi emotivi, come pianti improvvisi o ipersensibilità. Per altri ancora, predomina il cambiamento nel modo in cui pensano o si comportano.

Un altro buon consiglio è sottoporsi a regolari controlli medici per garantire ogni volta un buono stato di salute. A volte, quando il tuo livello di stress è notevolmente alto, hai bisogno di aiuto. Cerca il sostegno di amici e familiari, cambia lavoro, dai la priorità alla tua vita o consulta uno psicologo, uno psichiatra o qualche professionista in grado di seguire il tuo problema.

legge attrazione Previous post Legge di attrazione: i segreti che cambieranno la tua vita
problemi ambientali mondo Next post Problemi ambientali nel mondo: bisogna agire ora